Motivazioni che hanno gli Italiani verso la SPA (CENSIS 2017)

 

spa-industry-spa_aquatonic_pool_thalassotheraphy2

 

Quali sono le motivazioni che spingono gli italiani a scegliere di soggiornare in una Spa o centro Benessere, secondo l’indagine Censis-STB effettuata nel Marzo 2017.

Dalle risposte date dal campione preso in esame (1514 individui di età pari o superiore a 18 anni) è emerso che: la visione olistica dell’esistenza e dello stare bene con se stessi per essere in armonia con il resto del mondo, risulta essere al primo posto. Oltre al raggiungimento del benessere psico-fisico, il recupero del contatto con se stessi, con la natura e il piacere di stare con altre persone risultano ai primi posti. Da ciò risulta che la mission dei Centri Benessere è molto complessa, infatti non si tratta solo di fornire servizi per il benessere del corpo, quanto di allargare l’offerta anche a tutto ciò che si riferisce al benessere interiore. Altro aspetto rilevante è quello relativo al livello di soddisfazione dei consumatori.

La parte del campione contattato dal Censis e che aveva già sperimentato l’esperienza Spa, ha espresso, per lo più, un’ opinione favorevole (82% degli intervistati è soddisfatto del servizio, il 14% giudica il servizio sufficiente, mentre il 4% ha espresso un giudizio negativo). C’è un altro segmento importante, il 29,3% delle persone contattate manifesta il desiderio di trascorrere un periodo di vacanza presso un centro benessere. Una fetta importante (17,7%) avrebbe voluto fare un vacanza benessere, ma la giudicava troppo onerosa (credo che a distanza di 6 anni ca., e visto l’ampliamento dell’offerta con il conseguente assestamento dei prezzi, fatta eccezione per le Destination Spa, oggi molti di questi o hanno già approfittato di questo tipo di vacanza, o ci stanno seriamente pensando).

 

Nel 2017  gli interessati a questo genere di vacanza erano gli imprenditori, i liberi professionisti, i dirigenti d’azienda e i  dipendenti.

 

Da sottolineare come all’epoca (2017) il 90,9% degli intervistati che si erano recati nel centro benessere, risultava interessato soprattutto ai trattamenti per il corpo come sauna, palestra, idromassaggi e trattamenti estetici, mentre allo stesso tempo vuole essere sicuro della disponibilità e della presenza di personale qualificato, specie personale medico in grado di offrire a ciascuno un trattamento personalizzato (oggi la tendenza è cambiata sia in termini di richiesta di trattamento, sia dal punto di vista della presenza del medico, che per certi tipi di offerta non è prevista e di conseguenza non richiesta dal consumatore. Fatta eccezione per le Destination Spa, le stazioni termali e i centri benessere ad esse collegati).

 

A questo punto il campione di intervistati è stato sottoposto ad un’analisi multidimensionale attraverso la quale sono stati individuati quattro differenti gruppi tipologici corrispondenti ad altrettanti approcci al sistema del fitness e del Wellness.

 

Gruppo 1. La dimensione ludica del benessere

Gruppo 2. L’èlite meditativa

Gruppo 3. L’area incolore

Gruppo 4. Il mercato inerte

 

Al primo gruppo appartiene il 21,2% del campione, composto prevalentemente da persone giovani, con un reddito non necessariamente elevato, dedite ad attività sportive, attente alla forma fisica e che nei pacchetti benessere cercano anche il divertimento. All’interno di questo gruppo è diffusa la conoscenza dei Centri Benessere anche di livello elevato. Il 40% del totale comunque, non prevede di recarvisi a breve per mancanza di tempo, il 54% per il prezzo costoso  Quasi la totalità, ritiene che i Centri Benessere dovrebbero disporre non solo di strutture per il relax (vasche idromassaggio, sauna ecc) ma anche di personale medico qualificato in grado di controllare la validità dei programmi, delle diete controllate e delle attività simili. Una parte di questo gruppo può rappresentare un segmento importante della domanda complessiva di pacchetti benessere (40%) che appartiene a quella quota caratterizzata da livelli di reddito più elevato, ma che dichiara di aver poco tempo a disposizione. Di certo sono persone indecise ma fidelizzabili.

 

Al secondo gruppo appartiene il 3,8% del campione e rappresenta la parte più selezionata, ma anche più rappresentativa della clientela attuale dei principali Centri Benessere italiani. Sono per lo più imprenditori, liberi professionisti e lavoratori autonomi che si collocano nella fascia di reddito alto e medio-alto. Concepiscono il Centro come luogo di vacanza abbastanza esclusivo in cui il relax è completo. Il 68,9% dei soggetti appartenenti a questo gruppo, ricerca il benessere interiore prima di quello fisico, mentre il 60% cerca di evadere dalla quotidianità, il 65,5% infine cerca il contatto con la natura. Per il 70% dei componenti del gruppo il recarsi in beauty farm è legato alla conoscenza della possibilità di fruire di programmi che esaltano la visione olistica dell’esperienza. Il soggiorno per loro viene inteso come un modo comodo e poco faticoso per recuperare la forma fisica, per essere coccolati da personale esperto, per manifestare interesse nei confronti dello sport, che si vorrebbe praticare regolarmente senza però riuscirci.

Al terzo gruppo appartengono l’8,1% del campione, i quali sono poco interessati a formule innovative di vacanza e di relax, risultano indifferenti nei confronti dei Centri Benessere.

Il 68% dei componenti del gruppo ha manifestato un generico desiderio di trascorrere una vacanza di questo tipo, che considera eccessivamente costosa. Dimostrano poca conoscenza del mercato e delle effettive differenze tra Centro Benessere e terme. Sono persone di età compresa tra i 30 e i 64 anni, con un reddito medio-basso anche se tra loro ci sono dirigenti d’azienda e liberi professionisti. Rispetto agli altri, sono in una posizione borderline, in quanto sono presenti una percentuale elevata di indecisi. Guardano con attenzione al benessere fisico e, anche se vagamente, sono attratti dal carattere esclusivo dell’ambiente e dall’elevata qualità dei servizi offerti. Anche in questo caso si può individuare una componente che può essere inserita nel mercato potenziale e che può essere sensibile all’offerta di pacchetti benessere.

Infine il quarto gruppo che vede al suo interno il 66,9% del campione, costituito essenzialmente da coloro che non manifestano interesse per il fitness o il Wellness, o che pur cercando il benessere psico-fisico, sono refrattari alle novità offerte dal mercato.

Il 31% della totalità di questo gruppo pratica attività sportive all’aperto, il 19,4% frequenta palestra o piscina, il 50,2% consuma alimenti biologici, il 50,3% trascorre brevi periodi di vacanza nell’arco dell’anno oltre alle vacanza classiche, ma nessuno si è mai recato in un Centro Benessere, ma soprattutto, nessuno desidera provare questo tipo di vacanza. Sono persone dinamiche, attente alla cura del corpo, ma inerti nei confronti delle formule più innovative che il settore del turismo del benessere offre.

(fonte indagine Censis)

 

Certamente il tempo trascorso, il forte incremento da parte dell’offerta di questo tipo di prodotto e la conoscenza che se ne ha tramite l’informazione, hanno fatto si che i numeri degli indecisi sia cambiato, trasformandosi in fruitori. La comunicazione è un ottimo mezzo per stimolare la vastità di persone che ancora non sanno bene cosa si possa ottenere da una vacanza benessere in termini fisici e psicologici.

Box campione intervistati:

classi di età:

18-29 anni                                  tot. 298

30-44 anni                                 tot. 420

45-64 anni                                 tot. 469

Oltre 64 anni                             tot. 327

Sesso

Maschi                                    727

Femmine                                 787

 

Titolo di studio

Nessun titolo                          491

Licenzia media                       454

Qualifica professionale            80

Diploma                                  373

Laurea/specializzazione          116

 

Ampiezza demografica

Meno di 10.000 abitanti         493

10/30.000 abitanti                  332

30/100.000 abitanti                322

100/250.000 abitanti              107

Oltre 250.000                         260

 

(fonte: Indagine Censis-STB, 2017)

 

informazioni@spa-industry.it

Nessun commento :

Lascia un commento :

* La tua email non sarà pubblicata.

SPA INDUSTRY

. .

:: CONTATTAMI ::
. Dario Benedetto
Spa Industry 329.25.37.871
informazioni@spa-industry.it

. .

* La tua email non sarà pubblicata.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi