SPA- RICAVI-COSTI-QUALITA’

  

SPA Una riflessione sui Costi/Qualità

Quando si vive un periodo di CRISI come oggi affronta l’italia, l’Europa, e tutto il mondo occidentale ad eccezione degli USA ( che hanno una capacità di reazione molto più veloce del resto del mondo). Naturalmente escludo da questo pensiero il mondo orientale che vive un periodo di sviluppo e di crescita continua.

Tutte le attività , quando si assottiliano gli utili,i ricavi (contrazione di mercato) cercano le soluzioni per riportare l’andamento dell’attività in UTILE anche con dei ricavi che tendono al ribasso.

Naturalmente per deformazione professionale, ci concentriamo sul Wellness in generale e sulle SPA in particolare.

In questo settore l’Italia ha vissuto un periodo di grande euforia di crescita di investimenti trascinata da pressioni mediatiche forti.

Da spinte finanziarie delle banche che consigliavano gli investitori a procedere in questo settore, con la tranquillità della crescita dei mercati esteri. Si è sempre preso come dato di riferimento la crescita USA che ha sempre avuto una crescita vicina al 20% annuo. Con una sola eccezione il 2009 anno orribilis per la finanza USA. Ma l’anno successivo le attività del settore si sono immediatamente riprese tornando in terreno positivo.

Per capire lo stato attuale del Mercato è necessaria una riflessione e cioè..da dove veniamo e quale è stata la molla che ha fatto scattare gli investimenti in Italia.

Mentre negli USA per mentalità,per qualità,per impostazione del business hanno inserito questa attività sul mercato partendo non solo da una richiesta del mercato, ma impostando la SPA come una attività da gestire in modo parallelo ed esclusivo rispetto all’attività principale(HOTEL).Mentre la Day-SPA negli USA ha una diffusione completamente diversa dovuta come obiettivo in un mercato dove la Bellezza è gestita dalle cosidette profumerie che al loro interno hanno la possibilità di eseguire trattamenti escludendo il Corpo.

Nel nostro mercato invece abbiamo i Centri estetici che propongono tutti i trattamenti compreso il corpo.

Negli USA quindi lo sviluppo della Day-spa ha numeri importanti, oltre 80.000 attività. La diffusione paragonata al num. Degli abitanti dice che in Italia le Day-spa dovrebbero superare ed arrivare circa a 20.000 unitò.

Negli USA lo sviluppo ha avuto una base di ottima professionalità sia nella progettazione che nella Formazione. Solo così si potrà avere una attività impostata correttamente e quindi con la possibilità di fare ottimi ricavi e soprattutto utili.

spa-industry-management

spa-industry-management

Noi italiano invece ,essendo molto creativi e facendosi attrarre dalle emozioni dell’immagine e soprattutto da chi investe, abbiamo dato per scontato che mancasse questa proposta sul mercato e quindi bastava offrirla per avere successo.

Abbiamo dimenticato totalmente che una attività necessita di professionalità nel suo progetto, di studio del mercato,di professionalità nella formazione, tutti motivi di cui non si è tenuto conto.

Oggi il persistere della CRISI Economica ci sta facendo ripensare a questa attività, che da soluzione di aumento di ricavi è diventata il problema delle perdite. Anche perché il valore degli investimenti è stato cospicuo.

In questi frangenti l’imprenditore pensa subito a diminuire i COSTI, ma non facciamo come i nostri politici che fanno tagli cosidetti verticali che proporzionalmente fanno anche diminuire i ricavi. Bisogna invece agire nella diminuzione cercando di influire il meno possibile sui ricavi.

Per fare queste operazioni è necessario individuare gli  sprechi che provengono sicuramente non solo dalla gestione delle varie funzioni,ma sicuramente da una cattiva progettazione iniziale che non ha tenuto conto dei picchi dei flussi sia positivi che negativi.

Ora la progettazione iniziale non è possibile modificarla, infatti se le grandezze o potenzialità delle Aree, delle attrezzature necessarie è stata surdimensionate e cioè non è stata oggetto di Studio di flusso, poco si può fare, se non escludere qualche consumo diretto di qualche attrezzatura senza peraltro non danneggiare l’offerta di possibilità.

Come esempio possiamo citare Aree Bagnate  troppo grandi rispetto al flusso della Struttura. Queste Aree oltre ad essere estese in mq. Hanno anche dei costi di esercizio molto alti dovuti all’acqua e all’energia,senza contare i mq di aria da condizionare.

Questi errori di progettazione hanno dei costi minimi di esercizio che non si possono evitare. La loro produttività dipende esclusivamente dai Flussi.

Dal momento che aumentare i Flussi in momenti di crisi è difficile si può cercare di diminuire i costi ,che sono esclusivamente di tipo energetico, con una programmazione di accensione e spegnimento degli apparati. Questa è possibile se si sono previsti dei volumi e consumi di Acqua,Saune, Bagni Turchi, abbastanza contenuti in modo che abbiano dei tempi di riscaldamento abbastanza brevi. E’ chiaro che se si sono progettati Volumi di acqua grandi e saune, bagni turchi per una massa di clienti che la Struttura ricettiva non potrà alimentare, per dare il servizio bisognerà sopportarli.

Una delle CONFERENZE ISPA ,tenutasi a Londra nel 2017 aveva come tema”Aumento dei ricavi in una SPA satura di clienti”

Non è il nostro caso ,ma possiamo comunque enunciare che dovremo aumentare il Ricavo senza aumentare i clienti, quindi aumentare la spesa pro-capite del nostro cliente.

E’ necessari quindi agire su:

  • Razionalizzazione dei consumi

  • Aumento del pro-capite del cliente

  • Razionalizzazione dei costi della MDO

Tutto questo è ottenibile con un intervento sul rendimento del Contatto tra Addetto e Cliente

Una modifica relativa del Menù

Arrivare ad un intervento particolareggiato è possibile eseguendo un Check-up sul momento dei risultati di management.

Con i risultati si fa un programma di intervento i cui risultati saranno immediati.

Sarà come fare uno START-UP con dati già esistenti che intervenendo sugli stessi si dovranno ottenere i nuovi risultati.

Interpellateci e troveremo un punto di incontro per ottenere un risultato positivo.

informazioni@spa-industry.it

Tel. 329 2537871  ra   377 2404727

Nessun commento :

Lascia un commento :

* La tua email non sarà pubblicata.

SPA INDUSTRY

. .

:: CONTATTAMI ::
. Dario Benedetto
Spa Industry 329.25.37.871
informazioni@spa-industry.it

. .

* La tua email non sarà pubblicata.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi