L’IMPORTANZA dei COMPORTAMENTI

 

COMPORTAMENTI 1

I comportamenti, sono una parte fondamentale della comunicazione e si traducono in azioni di marketing.

Ci sono molti punti di vista dai quali si può partire per stimolare riflessioni e formulare suggerimenti per il buon esito del vostro lavoro.

Primi fra tutti sono: I COMPORTAMENTI

I comportamenti non sono altro che l’insieme di tutto quanto facciamo nell’arco della giornata, lavorativa e non.

Ogni giorno siamo a contatto con altre persone: datore di lavoro, colleghi ma soprattutto Ospiti/Clienti.

Noi prendiamo in esame gli ultimi gli Ospiti/Clienti, a contatto diretto con loro, i nostri comportamenti diventano un Processo di Relazione, finalizzato al Comunicare all’altro qualcosa, dal benvenuto, alla spiegazione di un particolare trattamento, alla descrizione di un determinato prodotto e delle sue caratteristiche ecc… il nostro modo di comportarci diventa Processo di Comunicazione.

In pratica, la scelta del Comportamento da adottare, significa dare spazio alla propria personalità.

La scelta implica una Decisione. Decidere significa: Professionalità, quindi maggior qualità, quindi migliori affari.

Esistono tre grandi famiglie di Comportamenti

IL COMPORTAMENTO RELATIVO ALLE PAROLE

IL COMPORTAMENTO RELATIVO AL LAY-OUT

IL COMPORTAMENTO RELATIVO AGLI AVVENIMENTI

Comportamento relativo alle parole

Elementi base del processo di comunicazione

Detto che il Comportamento è la traduzione pratica di un processo di comunicazione. Vediamo alcuni spunti di base relativi alla conoscenza dei fondamentali che regolano l’interazione verbale e non verbale tra interlocutori.

Tutto ciò che è espressione di una qualunque azione è comunicazione. L’azione può essere verbale e allora parliamo, può essere scritta quindi comunichiamo con dei testi, oppure può essere un’azione fisica in questo caso è il linguaggio del corpo a parlare per noi.

Attenzione, perché l’azione può essere trasmessa anche attraverso l’uso di profumi o di odori (l’aromaterapia funziona anche nel nostro caso), l’azione può essere arredare (il modo di posizionare i mobili) ed allora avremo una comunicazione By Lay-Out.

Esiste uno schema generale di comunicazione cui fare riferimento, che ha in sé delle regole fondamentali di comportamento:

PRIMO ATTORE IN GIOCO

L’Ente Emettitore

La caratteristica è che abbia qualcosa da dire. Non dimenticate che, non sono solo le parole a dire, ma anche gli “oggetti”. In questa parte dello schema si raccolgono tutti i messaggi in partenza, indipendentemente dal soggetto che li esprime.

SECONDO ATTORE IN GIOCO

Il Messaggio

Non è sufficiente avere qualche cosa da comunicare, bisogna trovare il modo, il “trasportatore” di quel messaggio. Esempio: il “trasportatore” può essere la parola, o il modo di essere vestiti, o la pulizia della Spa, l’ordine, il listino dei trattamenti

TERZO ATTORE IN GIOCO

L’Ente Ricevente

Ricordate che il processo di comunicazione, funziona solo se qualcuno a voglia di ricevere il messaggio. Pensate alle e-mail; arrivano anche a computer spento, ma non basta accenderlo per riceverli, bisogna aprire il programma che ci consente la ricezione e dare il comando di ricezione. Una comunicazione funziona solo se ci sono in gioco i tre Attori. Se ne manca uno, non esiste comunicazione. Non aspettiamoci, per il solo fatto di aver detto qualcosa, che le nostre azioni siano state trasmesse e recepite.

Nessun commento :

Lascia un commento :

* La tua email non sarà pubblicata.

SPA INDUSTRY

. .

:: CONTATTAMI ::
. Dario Benedetto
Spa Industry 329.25.37.871
informazioni@spa-industry.it

. .

* La tua email non sarà pubblicata.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi